Info generali

6 maggio 2017

Sabato 6 maggio alle 17 l’inaugurazione della Casa Museo Bortolo Belotti di Zogno e la presentazione del nuovo percorso turistico-culturale legato alla figura del politico, storico e giurista zognese.

APRE AL PUBBLICO LA CASA MUSEO BORTOLO BELOTTI

L’apertura presso Villa Belotti dell’esposizione delle 26 opere che la famiglia Belotti ha concesso al comune di Zogno è l’occasione per presentare la «Rete Culturale Diffusa», un progetto che vuol far conoscere in modo coeso le meraviglie della città.  «Territorio e cultura locale sono da sempre al centro dell’attenzione dell’amministrazione comunale; abbiamo investito molto e continueremo a farlo per valorizzare le ricchezze del patrimonio locale» dichiara Giuliano Ghisalberti - Sindaco di Zogno.  La Casa Museo Bortolo Belotti è il frutto di un importante lavoro di riqualificazione degli spazi, nella logica di un percorso di fruizione delle opere che evidenzia momenti della vita dello storico zognese, nei luoghi da lui vissuti. L’assessore alla cultura Barbara Carminati sottolinea come «il punto di partenza del progetto è stato lo studio, visibile all’interno del percorso: arredato con mobili originali, oggi custodisce l’archivio cartaceo dei documenti personali e delle opere di Belotti».  A partire dalla riqualificazione della villa si è quindi pensato di creare una rete culturale, con lo scopo di valorizzare il patrimonio dell’area cittadina così che possa contribuire allo sviluppo socio-economico di tutto il territorio.  Gli spazi che ne fanno parte sono: Villa Bortolo Belotti, Museo della Valle, Museo di San Lorenzo, Museo del Soldato, le Grotte delle Meraviglie. In ogni luogo della Rete saranno messi a disposizione del pubblico un totem multimediale con la descrizione di alcune delle opere principali e dei tablet con i quali approfondire il percorso di visita. «Il territorio zognese possiede luoghi di rilevanza culturale, religiosa, antropologica e scientifica che meritavano di essere collegati tra loro nell’ottica di una valorizzazione reciproca», spiega il Vicesindaco delegato al Turismo Giampaolo Pesenti.  Alle 17 di sabato 6 maggio, quindi, dopo il taglio del nastro istituzionale, sarà possibile partecipare a una visita guidata all’interno della Casa Museo. Dalle 20 alle 22, inoltre, tutti i luoghi della rete culturale saranno aperti gratuitamente e sarà disponibile un servizio di trasporto.    Per ulteriori informazioni www.zognoturismo.it

CasaMuseoBelotti_6maggio_Locandinaok_Page_1