Orari di apertura
  Mattina Pomeriggio
Lunedì 09.00 - 11.30 ----
Martedì ---- ----
Mercoledì 09.00 - 11.30 ----
Giovedì ---- ----
Venerdì ---- ----
Sabato ---- ----
Riferimenti ufficio
Persone di riferimento
  • Responsabile del settore Rag Patrizia Bettinelli
  • Responsabile del servizio Assistente Sociale Maria Grazia Gritti

Informazioni generali

Da sempre l’obiettivo generale dei Servizi Sociali è quello di promuovere il pieno sviluppo della personalità di ogni cittadino, valorizzando i rapporti familiari e sociali, cercando di soddisfare le esigenze primarie di vita e stimolare il benessere psico-fisico della persona e della comunità nel suo complesso.
In particolare i Servizi Sociali mirano a:

  • Prevenire e rimuovere le cause che provocano situazioni di bisogno, disagio ed emarginazione;
  • Assicurare la fruibilità dei servizi, delle strutture e delle prestazioni sociali secondo modalità che garantiscono la libertà e dignità della persona;
  • Promuovere e salvaguardare la salute psico-fisica del singolo e della collettività;
  • Agire a sostegno della famiglia;
  • Agire a tutela dei soggetti minori non autosufficienti, privi di famiglia;
  • Promuovere la tutela dei soggetti incapaci di provvedere a se stessi.
  • Pertanto, le aree di intervento dei servizi sociali sono: area anziani, area diversamente abili, area minori, area disagio, politica della casa, sostegno della famiglia, rapporti con il volontariato.

    Servizi sociali: ecco come orientarsi

La Legge 328/2000 “legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”, affida ai Comuni la realizzazione e l’organizzazione di tutti gli interventi in ordine ai servizi sociali, settore che si rivolge alle persone di tutte le età: minori, adolescenti, giovani, anziani, disabili, famiglie, persone emarginate. Accanto alle Amministrazioni Comunali sono chiamate ad operare tutte le realtà sociali, secondo il principio della sussidiarietà, in base al quale tutti si devono sentire corresponsabili nel promuovere benessere e solidarietà.

 
Il cittadino che manifesta un bisogno di tipo sociale (non sanitario) ha come primo interlocutore assoluto il proprio comune, in particolare, l’assistente Sociale. Attraverso questo primo intervento, definito Segretariato Sociale, si valuta la domanda e si forniscono alle persone informazioni utili inerenti il bisogno manifestato, accompagnandole ed orientandole verso le varie tipologie di servizi che possono essere erogati in forma associata attraverso la gestione del Piano di Zona.